Roma - New York 84.39

[Joomlashack License Key Manager] Joomlashack Framework not found
[OSYouTube] Alledia framework not found

Corsa in salita

|

Scritto da Joe Caos

Correre in salita, un potenziamento naturale!

Chi mi conosce lo sa, io non rinuncio mai nelle mie preparazioni atletiche ad esercizi in palestra con pesi, anche caricando abbastanza soprattutto se si parla di muscoli delle gambe. Faccio pesi anche nei periodi in cui mi preparo per gare di corsa lunghe, lo so, molti non saranno d’accordo ma io credo molto a questo tipo di training.

Premessa doverosa a parte in questo post voglio parlare di un altro allenamento, dopotutto simile a quello dei pesi, anche questo per me fondamentale, ovvero la corsa in salita.

Trattasi di potenziamento naturale, quindi sicuramente meno traumatico, ma ora vedremo le accortezze che io rispetto sempre, questo tipo di training è sempre parte integrante delle mie preparazioni e lo interrompo soltanto nei periodi prima degli appuntamenti agonistici. La corsa in salita fa parte anche delle mie preparazioni tennistiche.

Per me esistono due allenamenti in salita: progressioni ad andatura veloce di lunghezza variabile ma mai superiore ai 120m; corsa lenta in salita (piuttosto ripida 8,9%) su distanza di circa 5, 6km massimo.

Questi due allenamenti possono anche essere presenti nella stessa settimana di carico, ma hanno bisogno, soprattutto la corsa lenta in salita, di essere “trasformati” effettuando poi una serie di ripetute corte a ritmo più elevato.

Sono esercizi di potenziamento che secondo me danno benefici anche nel breve periodo; di solito nelle progressioni veloci cerco di curare molto la tecnica di corsa inclinando leggermente in avanti il busto, spingendo con le braccia e soprattutto con i piedi. Quando ero più giovane cercavo anche una performance cronometrica che ora ritengo inutile, infatti mi soffermo più sulla parte tecnica.

Per la corsa lenta in salita invece, soprattutto se si tratta di un percorso molto impegnativo, mantengo un’andatura davvero lenta, simile a quella di un riscaldamento. Importante in questo caso sarà la relativa discesa, che soprattutto se il percorso sarà sconnesso o molto ripido affronterò camminando velocemente piuttosto che di corsa, per evitare importanti infiammazioni alle ginocchia. Terminato questo allenamento di solito svolgo 3 o 4 allunghi per sciogliere un po’ le gambe.

Sono anni ormai che effettuo la corsa in salita e le mia gambe non sono messe per niente male. Alla prossima.

14923037 10154808542614653 927084772 o